Camerette belle, sane ed efficienti!
Search
  • Debby Schor Elyasy

Camerette belle, sane ed efficienti!



Ancor prima di fantasticare sull'arredo ed i colori per la cameretta dei nostri bambini, e' importante soffermarci sulla possibilita' che la camera sia sana per il bambino, efficiente e rispettosa dell' ambiente e al contempo, faccia risparmiare i genitori! La prima operazione da fare sara' scegliere quale camera destinare ai bambini fra le camere a disposizione nel nostro appartamento. E' consigliabile preferire stanze con le finestre esposte a sud perche' in inverno si scaldano in modo naturale ed efficiente. In estate invece, la radiazione solare piu' calda giunge sulle facciate esposte ad ovest e non costituisce quindi un problema per le finestre esposte a sud. Inoltre, se possibile, saranno da preferire camere con finestre esposte su fronti opposti in modo da consentire una ventilazione naturale ottimale. Ovviamente vi solo soluzioni anche per chi non ha il privilegio di ubicare la cameretta sulla facciata migliore e fosse costretto a destinare ai bambini proprio una cameretta esposta a ovest. E' ad esempio il caso del vetro low-e che si lascia attraversare solo dalla luce solare e non dalla radiazione che scalda e risulta quindi indispensabile nelle finestre rivolte a ovest. L'operazione successiva sara' scegliere i materiali adatti. Pavimentazione: io sugggerisco di optare per il parqette. Il mercato ne offre una scelta molto vasta, dal parquette sintetico a quello in legno naturale. Il parquette naturale piu' “verde” e' fatto di bambu'. I tappeti sono sconsigliati in quanto accumulano polvere (soprattutto in Israele!) e sono poco adatti soprattutto se il bambino soffre di problemi respiratori. Illuminazione: al giorno d'oggi l'illuminazione migliore (a parte quella naturale ovviamente…) e' quella led. Presente in una gamma di colori svariata e simile alla luce solare, e' duratura, consuma poco e non scalda. Colori: per le pareti e' fondamentale utilizzare tinture a base di acqua (che abbiano la certificazione “tav yarok") che non emettono particelle e odori velenosi. Di questa serie vi sono anche tinture per mobili. Finestre: Le aime' diffusissime (in Israele) finestre in alluminio sono tutt'altro che consigliate. Infatti non sono assolutamente isolate e si lasciano attraversare dal calore dando origine a camere gelide in inverno e bollenti in estate. Esistono materiali alternativi (reperibili anche in Israele) quali il pvc o il legno-aluminio integrati che isolano in maniera ottimale. ​ Una volta scelti i materiali, possiamo dedicarci alla scelta dei sistemi di riscaldamento e di raffrescamento. Utilizzare il condizionatore per riscaldare, anche se soluzione molto diffusa, non e' ottimale. La maggior parte dei condizionatori viene collocata nella parte superiore della stanza. Come e' noto, l'aria calda (piu' leggera di quella fredda) si accumula in alto. La diretta conseguenza e' che ad altezza d'uomo l'aria tende a rimanere piu' fredda. Inoltre, il condizionatore getta aria calda nell'ambiente e non riscalda le superfici come muri e pavimento e nel momento in cui viene spento la stanza si raffredda in brevissimo tempo. Uno dei sistemi piu' efficienti e' il riscaldamento sottopavimento ad acqua (non elettrico) adatto pero' solo nel caso di ristrutturazioni totali in cui si rifaccia completamente la pavimentazione. In alternativa sono di facilissima messa in opera e molto efficienti i convettori elettrici. Io consiglio sempre di prevedere dei ventilatori a soffitto.

Il ventilatore getta aria sul corpo e lo asciuga. Di conseguenza il corpo percepisce una sensazione di frescura pari a quella che si avrebbe se la temperatura diminuisse di tre o quattro gradi. In questo modo si potra' limitare l'uso del condizionatore a casi piu' estremi con un risparmio energetico ed economico non indifferente. Inoltre, la maggior parte dei ventilatori dispone di un pulsante di attivazione stagionale. Attivando questo pulsante, durante l'inverno il ventilatore girera' in senso contrario facendo scendere a bassa velocita' l'aria verso il basso. In questo modo l'aria calda che si trova nella parte alta della camera scendera' dove ci troviamo noi garantendo una piacevole sensazione di benessere. Come possiamo vedere da quanto detto in queste righe, una serie di accorgimenti semplici (e spesso anche economici) puo' migliorare in maniera significativa la qualita' di vita dei nostri bambini!

Per qualsiasi dubbio o richiesta di chiarimento contattatemi pure!

dse.arc@gmail.com 052/6452009


0 views

contattami: +972-52-6452002

  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon

Tutti i diritti sono riservati a Deborah Schor Elyasy ©2017

mock07 (1)ita.png